Mulino (rif.644)

Molinu

Rif: 644
Comune: Santu Lussurgiu 

Descrizione:

L’opificio è riportato nel Catasto del Real Corpo di Stato Maggiore Generale (Catasto De Candia) (tavoletta 14, Comune di Santu Lussurgiu, anno 1848) sulla sinistra idrografica del Rio Grande. Lo stesso è riportato nei documenti catastali del Cessato Catasto di Oristano (Frazione P, Comune di Santu Lussurgiu, post 1851), derivante dai rilievi del Catasto De Candia; nel Sommarione (tavola censuaria risalente al 1855) la proprietà risulta intestata a Famiglia Irranca. Il simbolo di opificio idraulico è riportato circa nella posizione in cui è stato ritrovato sul posto anche nella cartografia I.G.M. F° 206, in scala 1:100.000 (“Macomer”, ril. 1899) e nel relativo ingrandimento in scala 50.000 (F° 206 III “Santu Lussurgiu”), lungo lo stesso corso d’acqua denominato Rio Sos Molinos. Nel Foglio 72 in scala 1:2.000 del primo impianto del catasto del Comune di Santu Lussurgiu (ante 1931) il mulino è riportato presso la sponda sinistra del Rio Sos Molinos raggiunto da una corta derivazione innestata nel rio poco a monte per essere subito reindirizzata nello stesso.

Il rudere rinvenuto sul posto si presenta in pessime condizioni di conservazione e risulta difficoltosa stabilirne la conformazione, benché si percepisca una costruzione a pianta rettangolare della quale emergono porzioni incomplete di muratura perimetrale costituita da pietrame di diversa pezzatura di natura vulcanica posto ad opere incerta, con rinzeppature e inserimenti di ciottolame, talora legato con malta di terra o a secco. Una bassa apertura presente su un lato, probabile alloggio di una ruota orizzontale o, comunque, di flusso dell’energia idraulica, suggerisce la pregressa destinazione molitoria della costruzione. 

Cartografia:

mappa

 

Gallery:

Web Design: Piludu.it - Cagliari