Mulino Peddi (rif.546)

Mulino

Rif: 546
Comune: Thiesi 

Descrizione:

Il mulino è individuato nel Catasto del Real Corpo di Stato Maggiore Generale (Catasto De Candia) (tavoletta 13, Comune di Tiesi, anno 1843) con la denominazione “M° Peddi” nonché nella Frazione V (Comune di Tiesi) del Cessato Catasto della Provincia di Sassari (post 1881), derivante dal Catasto De Candia, con lo stesso toponimo. L’opificio è presente anche nel Foglio 18 in scala 1:2.000 del primo impianto del catasto del Comune di Thiesi (ante 1931) sulla sponda destra del Rio Mulinu, dal quale proviene una derivazione innestata più a monte che serve prima questo mulino e poco oltre un altro (rif. 043), per essere subito reindirizzata nel corso d’acqua principale.

L’interessante rudere dell’opificio presenta, seppur in precarie condizioni e non completa in elevazione, gran parte della muratura perimetrale. Piuttosto articolata risulta la distribuzione interna, della quale non è chiaro il numero di ambienti in cui era suddiviso e che definiscono nell’insieme una pianta rettangolare allungata per l’intero edificio. Il materiale da costruzione è la pietra in forma di trovanti di natura essenzialmente vulcanica posti ad opera incerta, in parte legati con malta in parte a secco, ma anche conci ben squadrati di roccia dello stesso tipo. E’ ben visibile in un prospetto della costruzione la forma circolare impressa dal lavorio di una ruota verticale. Singolare è la canaletta sopraelevata in pietra che indirizzava il getto dell’acqua direttamente sopra la ruota; gran parte di questa gora, lunga complessivamente oltre 200 m verso monte, fino al punto di innesto in corrispondenza del corso d’acqua, si conserva in elevazione. 

Cartografia:


mappa


Gallery:

Web Design: Piludu.it - Cagliari