Mulino (rif.567)

Mulinu

Rif: 567
Comune: Santu Lussurgiu 

Descrizione:

Il mulino è riportato nel Catasto del Real Corpo di Stato Maggiore Generale (Catasto De Candia) (tavoletta 14, Comune di Santu Lussurgiu, anno 1848) nella sponda sinistra del Rio Grande (Rio Sos Molinos). Lo stesso è riportato nei documenti catastali del Cessato Catasto di Oristano (Frazione Q, Comune di Santu Lussurgiu, post 1851), derivante dai rilievi del Catasto De Candia, sulla sinistra idrografica del Riu de sos Segados; nel Sommarione (tavola censuaria risalente al 1855) la proprietà risulta intestata a Meloni Cherchi Francesco del fu PaoloIl simbolo di opificio idraulico risulta nella cartografia I.G.M. F° 206, in scala 1:100.000 (“Macomer”, ril. 1899), e nel relativo ingrandimento al 50.000, ma, data appunto la scala grafica, risulta difficoltoso attribuirne univocamente la corrispondenza. Nel Foglio 71 in scala 1:2.000 del primo impianto del catasto del Comune di Santu Lussurgiu (ante 1931) risultano due distinti corpi di fabbrica raggiunti, in sequenza, da una derivazione innestata sulla sinistra idrografica nel corso d’acqua principale circa 150 metri a monte.

La costruzione presente in loco appare in buone condizioni di conservazione, anche se con alcuni rifacimenti  e modifiche strutturali. Risulta costruita in pietrame di natura essenzialmente vulcanica, di varia pezzatura, disposto ad opera incerta, legato con malta di terra, con rinzeppature e inserimenti di ciottolame. Il tetto (con copertura non originale) è a falda unica.

Cartografia:

mappa

 

Gallery:

Web Design: Piludu.it - Cagliari