Gualchiera Marcello (rif.221)

Gualchiera Marcello

Rif: 221
Comune: Tiana

Descrizione:

Lungo il Riu Torrei di Tiana la cartografia I.G.M. F° 207 in scala 1:100.000 (“Nuoro” – Ril. 1900) e, in particolare, il dettaglio in scala 1:50.000 (F° 207 – III “Sorgono”) riportano la presenza di diversi opifici idraulici, tra i quali può essere inserito, seppur sia difficoltoso stabilire la corrispondenza univoca tra il simbolo cartografico e il reperto in situ, quello noto localmente come “Gualchiera Marcello”. L’edificio è indicato anche nel Foglio 14 in scala 1:2.000 del primo impianto del catasto del Comune di Tiana (ante 1931) sulla destra idrografica dello stesso corso d’acqua, qui denominato Rio Crabosu. La presenza di opifici idraulici, e in particolare gualchiere, lungo questo corso d’acqua è citata dall’Angius nei resoconti dei suoi sopralluoghi in Sardegna della metà dell’’800 il quale riferisce che “Il rio Tino traversa questo territorio nella parte di levante e di austro…Con queste correnti si mettono in movimento alcuni molini e circa 18 gualchiere, di cui si servono anche le tessitrici di altri paesi”.

Risultano piuttosto evidenti all’interno del bosco i resti di questo opificio, costituito da una solida struttura muraria in pietrame e blocchi anche grossolani di pietra granitica disposti a secco talora in maniera caotica talora in corsi sub-orizzontali. Il tetto, ormai crollato, sulla base del profilo delle mura maestre, era a doppia falda. Il funzionamento dell’impianto di follatura avveniva sicuramente tramite una ruota verticale, come denota la conformazione della parte superiore di una delle murature perimetrali sistemata a canale di condotta “dall’alto” e dal quale proveniva il getto d’acqua, appunto, sulla ruota.

Cartografia:

mappa 

 

Gallery:

 

Web Design: Piludu.it - Cagliari