Mulino Su Marchesu (rif.557)

Mulino Marchesu

Rif: 557
Comune: Domusnovas:

Descrizione:

Il mulino compare nella carta I.G.M. F° 233 in scala 1:100.000 (“Carbonia”; Ril. 1897); nella carta I.G.M. F° 233 IV NE in scala 1:25.000 (“Domusnovas”; ed. 1968) è presente con il toponimo “ex Molino Asquer”. Lo stesso opificio è censito nella Sez. B, F° 3  del primo impianto del catasto del Comune di Domusnovas (ante 1931); con maggior dettaglio la carta consente di  individuare il sito sulla destra idrografica del Rio S. Giovanni dal quale si alimenta tramite una apposita derivazione ubicata poco a monte.  Il mulino è riportato anche nella vecchia carta del Touring Club Italiano in scala 1:250.000 (foglio “Iglesias”, 1908-1916).

Il mulino, seppur in precarie condizioni di conservazione, presenta caratteri costruttivi interessanti. E’ possibile individuare due piccoli caseggiati, entrambi costruiti in mattoni crudi (ladiri), probabilmente destinati uno alla macinazione e l’altro a magazzino / abitazione (?). Sono ancora evidenti, seppur oramai quasi completamente interrate, le volte degli alloggi di due ruote orizzontali e le relative canalette. Sono visibili ancora pochi lembi di intonaco sia esternamente sia internamente. Il tetto in coppi è ancora presente.

Note storiche (in corso di verifica) indicano l’attività del Mulino Su Marchesu intorno al 1865 con gestione di Sanna Antioco (a sua volta proprietario del mulino Cracheras) e proprietà del Marchese Pes di San Vittoiro e in seguito del Visconte Asquer.

Cartografia:

mappa

 

Gallery:

Web Design: Piludu.it - Cagliari