Mulino (rif.514)

Mulino

Rif: 514

Comune
: Sindia 

Descrizione:

Il mulino è riportato nel Catasto del Real Corpo di Stato Maggiore Generale (Catasto De Candia) (tavoletta 8, Comune di Sindia, anno 1848) lungo il Riu de sos Molinos, assieme ad altri sei mulini poco distanziati l’uno rispetto l’altro. Lo stesso è riportato nei documenti catastali del Cessato Catasto di Oristano (Frazione L, Comune di Sindia, post 1851), derivante dai rilievi del Catasto De Candia, sulla destra idrografica del Rio de sos Molinos. Riferito ad un periodo poco precedente, il simbolo di opificio idraulico risulta nel F° 22 “M. Urtigu” del ”Atlante dell'Isola di Sardegna alla scala 1:50.000” (Ril. Alberto La Marmora - Carlo De Candia, 1834-1839). Nella stessa vallata l’opificio compare anche nella cartografia I.G.M. F° 206, in scala 1:100.000 (“Macomer”, ril. 1899) e con maggiore dettaglio nell’ingrandimento in scala 1:50.000 (F° 206 IV) assieme ad altri 10 opifici idraulici. Nel Foglio 17 in scala 1:2.000 del primo impianto del catasto del Comune di Sindia (ante 1931) l’edificio è ubicato sulla destra idrografica del Rio Bauiscunesu. Il mulino è riportato anche nella vecchia carta del Touring Club Italiano in scala 1:250.000 (foglio “Oristano”, 1908-1916).

Il rudere presenta la muratura in elevazione incompleta su tutti e quattro i lati che ne conformano il perimetro; la struttura è costituita da pietrame e conci sbozzati di basalto di varia pezzatura posto a secco e ad opera incerta, con rinzeppature e inserimenti di ciottolame. E’ visibile nella parte bassa di un lato dell’edificio l’apertura di ingresso del flusso idrico derivato dal corso d’acqua adiacente tramite la gora, molto probabilmente per l’alimentazione di una turbina orizzontale. 

Cartografia:


mappa


Gallery:

Web Design: Piludu.it - Cagliari