Mulino Gaspa (rif.468)

Mulino Gaspa

Rif: 468
Comune: Osilo 

Descrizione:

Il sito è individuato nel Catasto del Real Corpo di Stato Maggiore Generale (Catasto De Candia) (tavoletta 12, Comune di Osilo, anno 1849) nonché nella derivata frazione Q1 (Comune di Osilo, Distretto di Osilo), la quale mostra, accanto all’opificio, la presenza di una derivazione proveniente dalla Badde Ottula e, successivamente, convogliata nel Rio San Lorenzo. Il mulino è riportato anche nella cartografia I.G.M. F° 180, in scala 1:100.000 (“Sassari”, ril. 1895) e, in particolare, nel dettaglio in scala 1:25.000 (F° 180 III S.E. “Osilo”- Ril. 1895) lungo il Rio dei Molini di San Lorenzo. Nel Foglio 23 in scala 1:2.000 del primo impianto del catasto del Comune di Osilo (ante 1931) l’opificio è presente presso la sponda destra del Rio San Lorenzo. L’Angius, nei resoconti dei suoi sopralluoghi in Sardegna della metà dell’’800, cita, in riferimento all’assenza di asini tra il bestiame manso presente nel territorio, che La ragione però del difetto si è che gli osilesi hanno gran numero di molini idraulici, principalmente nella valle di s. Lorenzo”. La rilevante presenza di mulini idraulici lungo il Rio San Lorenzo è riportata anche nella vecchia carta del Touring Club Italiano in scala 1:250.000 (foglio “Sassari”, 1908-1916).

 

L’edificio in pietra, restaurato,  è sede di un piccolo museo dell’attività molitoria. Al suo interno è presente l’impianto completo per la macinazione dei cereali, posto su una pedana rialzata in muratura, e, all’interno di questa, il meccanismo di trasmissione indiretto tipico dei sistemi a ruota verticale. La ruota in legno ricostruita è visibile in corrispondenza all’esterno e, verso questa, proveniente dall’alto, la canaletta in legno che, come l’originale, indirizzava il getto idrico direttamente alle pale 

Cartografia:


mappa


Gallery:

Web Design: Piludu.it - Cagliari